Vantaggi per le imprese, per le persone e per gli ecosistemi che si occupano di innovazione per la sanitá: investire sul valore dei dati apre nuove prospettive al mondo farmaceutico nella testimonianza di Maurizio Sanarico Chief Data Scientist presso SDG Group

Il mondo farmaceutico rappresenta da sempre uno dei settori che deve quotidianamente unire un importantissimo lavoro basato sull’analisi dei dati con un impegno, altrettanto importante, basato sulla sintesi e sull’equilibrio tra istanze e soggetti con interesse diversi.

Per il settore pharma, forse più di altri settori, il digitale rappresenta una straordinaria opportunità di accelerazione della conoscenza e di accelerazione dei processi decisionali nel rispetto delle specifiche regole che definiscono la governance di questo settore.

L’impatto della Data Analytics e della Data Science sul settore health e pharma è un valore che si misura a livello di ecosistema: per i cittadini o per i pazienti innanzitutto, per il mondo delle imprese farmaceutiche, per le organizzazioni e le istituzioni che sono chiamate a gestire i servizi legati alla sanità e alla salute in generale e infine e non ultimo, per le organizzazioni che hanno invece il compito di sorvegliare e di legiferare. Un equilibrio questo che permette di creare un ambiente competitivo nel quale tutti questi attori possono concorrere per raggiungere l’obiettivo primario di garantire la migliore innovazione possibile per la salute dei cittadini a costi sostenibili per le Pubbliche Amministrazioni nel rispetto delle logiche di competizione di ricerca di valore aggiunto delle imprese.

Ecco che in questo contesto parlare di Data Driven Industry assume un valore particolare, che è specifico per questo mondo.
 

Leggi l'articolo su Industry4Business

Nov 13, 2019